Rubasti una mia fotografia, in una stanza senza gelosia, uno scatto preso di primo piano, che giorno era? Non lo ricordo, ma non avevo già quell’ innocenza che raccontavi nei tuoi romanzi. Un destino si avvicinò così veloce che tra la gente ho perso un tuo dettaglio. Stordita dallo Champagne, anche se lo dico sempre che non succederà mai più, io, mi stupisco sempre. Tutte le volte che scopro un tuo segreto. Nell’assenza riguarda la fotografia e senza. Che giorno sarà? Non lo sai ma quando ti incontravo dietro l’angolo della stazione, mi sentivo finalmente rassicurata. Ritrovavo serenità e dolcezza. Nell’abbraccio della camicia bianca. Qualcosa che da sola, in famiglia mia, non sapevo nemmeno esistesse. Ora tocca con le dita unte di olio quella fotografia, te lo concedo, la sentirai più tua, più viva, non farne più senza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...