DA : LUCIDA MATURA

LA COPERTA BORDEAUX

Io vivevo in una specie di sonno.
Tutto ruotava intorno a un sì camuffato di suggestione.
Congelavo dentro come ad un film. Sceneggiatura gialla.
Spazio aperto non vedevo nemmeno per sparare.
Ero l’altra sigaretta spenta prima di entrare a lavoro.
Appena messo il piede fuori dal letto ero a timbrare il cartellino. Compreso quando stendevo il bucato.
Spontanea solo nel girare il sugo.
Correvo o percorrevo la strada al contrario.
Tanto brava nel cambiare compagnie.
– Basta che vi stavate zitti! –
Eppur vi spaventavate dell’esser poco di buono.
Gente nel belpaese a razzolar male dopo aver parlato bene.
Io a breve a prender respiro. A breve a prender una pausa.
Io poco di buono a breve a resuscitare dal limbo.
Se tutti mi vogliono star a sentire.
Adesso che dopo questi 4 anni ho aperto gli occhi.
Ho lanciato sguardi com’ero dentro.
Adesso che tutti mi volgono i loro più sentiti auguri.
Mi sento stradonna. E forte! E miele d’api.
Accattivante nel silenzio della parola.
Io ora so che abbiamo cominciato ad andare lontano quando ci siamo risvegliati sotto la coperta bordeaux.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...