DA : LUCIDA MATURA

RITRATTO DI UOMO

iO sono sempre stata ricoperta da Lui
e mi si riempie un sorriso coinvolto.
Prima, niente responsabilità
ora, solo cellulare reperibile.
Non posso scrivere riversa nella strada
perché non sono più sola come la neve.
Ho occhi bianchi, ciglia nere lunghissime
capelli colorati, qualche amichetta di 10 anni
zero alcool in corpo, l’unica ubriacatura è la musica.
Lui s’impegnava con me a singhiozzi di settimane,
Lui sapeva ballare anche con l’impermeabile beige,
Lui stava sotto e godeva con me vulnerabilmente,
Lui non guardava nessun’altra perché aveva me, completamente.

La notte piove come non mai
fulmini imbiancano il cielo.

Prima, soltanto uno sguardo ed eravamo già in moto
adesso, tutto passa in secondo piano soprattutto le promesse.
Non posso più scrivere perché non mi so concentrare
la neve nella tasca l’ho lasciata a casa tua mille anni fa
poi sono scappata nel sole, ma ho perso la vista, completamente.

Lui riempiva i miei brividi sottopelle,
i bar, le locande, i bicchieri di Montalcino, gli amici,
Lui sbatteva la porta con la bandana, mi diceva di andarmene,
Lui sapeva di Dolce Vita, io mi sentivo in famiglia, per sempre.

Forse mi fa foto sotto un cielo di lampi ramificati
forse accende la sigaretta di qualcuno, ascoltando Chet Baker .

Annunci

2 pensieri su “DA : LUCIDA MATURA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...