INIZIO DELLA PAGINA BIANCA

QUALCHE PROMESSA
2010

La mademoiselle Bolero si è incantata col garçon aiuto-cuoco. Il lava-piatti laureato e la principessa di Ravel, se ne andranno. Perché cosa resta di una magia?
– Bahebak–
– Kitiirr?-
– Naam.-
La tua prima canna, con me, la tua prima sigaretta per intero, con me. La tua notte piena di fame. La tua prima ed ultima luna di miele. Per me. Il tuo primo sorso di birra, con me. Il tuo bicchiere di vino rosso, in compagnia di mia madre. Il tuo primo lato B. Diamoci un passaggio, se no sbando e vado a schiantarmi. La tua prima droga pesante, con me. Insomma, chi è che doveva cambiare cosa?
Mastichiamo tre lingue così. Te ne rendi conto? No, tu non te ne rendi conto…
L’innocente peccatrice dipinge col pennello, non si salva nemmeno se vede la schiuma alla bocca.
Il lava-piatti Informatico e la principessa Tormento, pensano di volare per toccare la luna. Perché cosa resta del capirsi quando la stagione sta già cambiando?
– Capito? Mascie? Capito?? –
– Sì, credo di sì… –
– No tu non capire, niente… –
E sorride, e mi viene d’abbracciarlo, e gli viene di mordermi la bocca.
Hai la luna nelle labbra, e le mani sempre fredde. Ho la luna storta e il sole che mi bacia.
La principessa del Bolero di Ravel sculetta in preda al ragazzotto più insospettabile. Quello che sta nella cucina, di questo sporco ristorante. Di una via qualsiasi piena di siringhe per terra e di pusher. Con killer napoletani all’angolo che danno segnali di fumo se vedono passare la Madama. Lui col grembiule prende un foglio e le ordinazioni. Lei lo punta lì. Se ne accorgono tutti, tranne lui. L’insospettabile.
– Dove siamo qui Mearò? –
– Siamo nel mio posto magick!-
– Parlare tu italiano amore, se no io non capire niente, niente, niente! –
E sorride, e mi viene d’abbracciarlo, e gli viene di mordermi la bocca.
– Siamo into the wild! –
– Tu parlare italiano io capisca tutto, mascie? –
– Naam, ehm, vai on the right, ‘more… –
– Io non capisca io non sa io bòah? Bahebak! Eh eh eh basta! –
– E dici poco? -.
La tua prima guidata colla seicento rossa Ferrari tutta scarcassata, la tua prima guida colla patente internazionale e con una certa e carica ebbrezza d’alcool. La tua prima vera e propria sbronza col limoncello e il posacenere straboccante. Il tuo primo sonnellino da ubriaco. La tua prima pizza all’italiana. Giusto perché l’ha cucinata colle sue manine da Maledizione. La tua prima paura. La tua prima volta. La tua prima parola difficile in un altro contesto. La tua dichiarazione d’amore. La tua minaccia di felicità. La tua fedeltà, finché non arrivi la terza concubina. E allora? Allora son guai.

– Noi non dividiamo il pane! Noi ci dividiamo la cioccolata! –
– Noi mangia cioccolata, amore, voglio un giorno tu magari piacere choccolat comemme! –
E sorride, e mi viene d’abbracciarlo, e gli viene di mordermi la bocca.
La mademoiselle di Ravel, in punta di piedi entra dalla parte dell’aiuto-cuoco.
Il lava-piatti ciclista, pedalerebbe tutta la vita tutto il mondo, per vedere il Suo lato migliore.
Pollyanna e il principe occhi Neri, scompariranno, perché hanno detto che devono scrivere la Loro Pagina Bianca, perché devono ritornare ad essere lei Bolero e lui Secret. Entrare dalla finestra in questa Vera Vita, perché non era quella di prima.
– L’araabya bitati sta per la macchina mia, la tua seicento cioè, è per me la miglior macchina che ho guidato –
– Tutta scarcassata. Vai più piano, non è una Ferrari –
– Facciamo la guida da terroristi? –
– No, no.-
– Da ladri siciliani?-
– No dai ecco…-
– Una cosa tu avere rubato a me però –
– Cosa? Eh eh eh…-
– L’acqua dei miei occhi.-
Qualche promessa la possono mantenere. Perché cosa resta di un segreto se è dietro e non dentro?

Mearò

Annunci

6 pensieri su “INIZIO DELLA PAGINA BIANCA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...