INIZIO DELLA PAGINA BIANCA

ALLACCIA I MIEI ANFIBI
2010

E così un altro giorno a bere e a digiuno. Solleticate dall’idea di smettere ne parliamo con calma davanti una bevuta. Le guance arrossate, alla faccia di chi dice che non proviamo emozioni. Saranno le birre, non so, saranno le due ore pagate in due euro, ma c’abbiamo le fiamme alle gote. E così un’altra settimana dovrà passare così. Alla faccia di chi dice che non proviamo vergogna. Io e te, un bel guaio.
Siamo arrivate fin qui, a sciogliere il ghiaccio e a sfidarci con la dolcezza.
Avremmo stabilito dei confini netti, se avessimo voluto, ma per il bene dell’umanità il nostro elastico non si è mai spezzato. Abbiamo adottato il foraggio: vivi e lascia vivere. Abbiamo finto di stare male ma chi stava peggio erano gli altri. Avremmo anche potuto schiacciare le formiche che razzolavano sulle briciole, ma per libera scelta, le abbiamo risparmiate.
Saranno state le birre, non so, ma stabilimmo che la loro condanna poteva essere continuare a vivere.
– quanti “NO” categorici dovevamo permetterci? –
– quanti “Sì” accondiscendenti ci rimangono ancora? –
– quanti, senti, quanti si sono spinti troppo nei debiti? -.
Avremmo bucato le ruote delle nostre direzioni, ci saremmo battute per salvarci, se solo il nostro elastico si fosse spezzato. Avremmo visto che si stava andando a tutta velocità, se non fosse stato per vedere troppo al di fuori. Abbiamo stabilito punti senza spengerci le fiamme alle gote, e telefoniamo alle nostre madri, perché si preoccupano per noi.
– saremmo rimaste intatte nel corso dell’intero processo! –
– di cosa stai parlando? –
– che avremmo visto cose più in intimità –
– ma chi c’ammazza a noi! -.
E così un po’ alla volta abbiamo frugato nei ricordi. Giusto per berci su. Ed era un giorno come un altro, passato in due ore a due euro. E potevamo conquistare chi volevamo se solo avessimo voluto, veramente. E stiamo a scherzare? Ti sono sempre piaciuti i tacchi a spillo. Pessima amica di sbronze ti sei scelta, per rivalutare la dolcezza. Alla faccia di chi predica bene e razzola male. Alla salute e alla faccia nostra. Cin!
Allaccia i miei anfibi ora, senza tremare, e vieni a vivere qui.

MEARò

Annunci

4 pensieri su “INIZIO DELLA PAGINA BIANCA”

  1. Frugare nei ricordi si deve se la compagnia non è male e sa rovistare bene insieme a te.
    Brindo anch’io a te, augurandoti un buon Natale♥
    Rodrigo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...