INIZIO DELLA PAGINA BIANCA

 

VENTUNO DICEMBRE 2010

Corridoio notturno. E tanta sensualità nel mio corpo che attraversa in penombra, nudo. Nudo e senza vergogna. La soluzione forse è nell’immaginare un corridoio notturno.

Scivolare lievemente. E tante piccole luci che hanno il sapore del buono e del meglio che c’è in questo corpo. Nudo.
Viene da perdere i sensi nell’osservare i viaggi mentali. Immaginare mani avvolgenti, parole dolci, patti chiari e amicizie lunghe. Relazioni solo umane con le colline verdi e blu, il sole che s’incrocia con la luna, tante piccole luci, apparizioni istantanee di rose, trovare un buco e starci tremendamente in pace.
Difendere con unghie e denti la propria natura.
La dignità, almeno la dignità, la testa, la mente, le molecole, le sinapsi, i guai che provoca il mio silenzio. Splendido.
Corridoio notturno. E regalare le mie righe solo a chi se le merita davvero. Come a chi è capace di guardare questo corpo in penombra, per davvero. Nudo e senza vergogna.
La soluzione forse è nell’inventare un altro mondo parallelo. Trovare un buco stretto e starci tremendamente bene.

 

 Mearò

Annunci

4 pensieri su “INIZIO DELLA PAGINA BIANCA”

    1. Oddio Almerighi!
      quanto lusingata sono, sapessi… no, manco io lo so! I soliti grazie grazie grazie non rendono l’idea! E poi, mi è sempre rimasto simpatico il “chiamarmi Mariannina” l’adoro!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...