INIZIO DELLA PAGINA BIANCA

DICIANNOVE MARZO 2011

“MONOLOGO IN PLATEA”

<<Guarda che così non si sente niente, cosa? Inutile è : che mi togli questo e quello. Sei un fascio di nervi, dovrei esserlo anch’io, ma giaccio tra morbide esplosioni. Aspetta  no così non si sente niente. Solo voci che si sovrappongono, cosa? Guarda, sono abituata a giacere in vortici d’inflessibili diametri di boschi e portici nel centro di questa città.
Sei sicuro che nella strada sbagliata ci corro pure io? Cosa, cosa? Dicono che si sente dentro e invece se non lo dici, niente, non sento niente. E mi togli questo e quello. Sei un fascio di tensione e perplessità, dovrei esserlo anch’io, ma preferisco contornarmi di auto-ironia per l’inverno che m’aspetta. Sei la qualunque proposta errata, dovevo esserlo io e mi ritrovo puritana nel bel mezzo del cammino di Nostra Vita. Invece.
Guarda che nessuno mi può condizionare come le mie paranoie e i miei attacchi di panico. Non ti rispondo delle volte solo perché io non ci parlo con quel tipo di persona che mi confonde con Quella Là, mentre invece quella là Non Sono Io. Inutile è : che mi sgozzi i silenzi limitrofi alle orecchie che suggeriscono “seee… seee…”
Facciamo che adesso mi stanco io, facciamo che non c’ho voglia di farmi spalleggiare, facciamo che adesso faccio da sola. Cosa? È inutile sono stanca, perché arranco, perché so che le cose che ho perso sono pinzillacchere per questa marmaglia di gente che fa i conti di fine mese senza la calcolatrice. Le cose che mi si sono rotte sono pesanti come il vento. Invece.
Non mi togliere questo o quello ch’è inutile, le idee, i pensieri, sono l’unica cosa Libera che non cogli>>.

 

 

                                    Mearò

Annunci

3 pensieri riguardo “INIZIO DELLA PAGINA BIANCA”

  1. È inutile prima io, mi sentivo con più tempo,
    non lo perdevo, non disperavo per un pensiero,
    aspettavo – attendevo – facevo – respiravo,
    se non mi fossi permessa di gingillarmi nel dolore,
    ora non starei cambiando magicamente e,
    non ne sarebbe valsa la pena “questo sentire luce”!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...