INIZIO DELLA PAGINA BIANCA

NON ABBIAMO NEMMENO TV

io scivolo via in orbite ben collaudate con gli extraterrestri. Ormai nulla mi trattiene dai miei istinti più orfani.

– Essere chiamati proprio a un passo da casa –
Due piccolissime particelle dell’universo che combinate insieme spezzano il filo del traguardo. Che combinate insieme funzionano. Da sole No.
E chi l’avrebbe detto, vincono.

– Essere chiamati proprio a un passo da casa –
Ore undici e undici minuti per chiamare ma la voce rimbomba a vuoto, andergraund qui nell’immenso con addosso solo sentimenti orfani.

– Essere chiamati proprio a un passo da casa –
Piove e c’è il sole. Piove e c’è il sole. Qui nelle orbite ben strette nella morsa degli extraterrestri.
Piove e c’è il sole e il magone spara proiettili a salve.

io non aspetto più.
Diciannove ore e cinquantacinque secondi per attendermi. E io non aspetto più.

– Sono stata chiamata proprio al traguardo – .

2 / 2 / 2012

MEARò

Annunci

2 pensieri su “INIZIO DELLA PAGINA BIANCA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...