ODORE DI AMARENA

“Cercherò… mi sono sempre detta, Cercherò… Troverai, mi hanno sempre detto, Troverai!
Per oggi sto con me, mi basto, nessuno mi vede!
e allora accarezzo la mia solitudine…”

Qui dietro c’è un ristorante cinese, il Ciun Ciau, stavo pensando di andarci e fare due chiacchiere tranquille.
S’è preso ravioli al vapore, un altro tipo di ravioli con un pisellino sopra, poi io, omelette con gamberi, lei spaghetti con un monte di roba, saltati non si sa bene dove.
• Lei, Conny, mi parla di lei, io parlo di un’infinità di altre situazioni. Tra virgolette. Conny su lei, io svio, lei sempre lei, io metto un zinzinino di salsa piccante da ogni parte. Approfitto per non pensare. Approfittando della ciucca per ritornar a far quello di sempre: non pensare a niente. Lei sempre su lei, io spengo il cellulare. Me lo sarei mangiato come un Involtino PLimaveLa.
• Sì vabbene lui si è innamorato di me e non posso fargliene una colpa. Sì va beh. Bene, bene, bene. Ed è geloso. Lui è geloso. Anche lui è geloso. Anche lui, e lui e lui e lui. E così lui ci tiene e guai a chi mi tocca. Ma anche per lui, e credo, anche per lui. Quindi sono gelosi di me, e sono innamorati e se fanno quelle cose io, non devo fargliene una colpa. Ch’è normale, lo farei anch’io se fossi nel loro stato psicofisico. Quindi stare col fiato sul collo e l’alone: se esci con me anche senza combinare niente va più che bene, se ti prendi una cotta per un altro, voglio trovarmi su un altro pianeta lontano miglia e miglia, è prendersi tutto il pacchetto. L’amore fotte. Più di me mi sa. Che quindi la situazione è questa: loro sono gelosi pur essendo innamorati di quell’amore che significa: Amare Senza Possedere. Io lo accetto o non l’accetto. Sì vabbene lo so. Bene, bene. Ma se io volessi farmi toccare da tutti? Eh? C’avete mai pensato?
• La Conny parla, parla e parla, non si deve esser accorta di niente. Poi comunque ora noto che sta parlando da sola, piglio la palla al balzo e glielo dico, così per battuta, e in un balzo passo per quella che la seguiva nei discorsi. Sai Conny? Stai parlando da sola! E lei: sì lo so. Ci pappiamo tutto quel bendiddio cinese con salsa piccante sparsa in qua e là e abbiamo raggiunto così, la nostra fase Zen. Lui non chiama Lei parla di lei e Loro continuano a darmi tutto il pacchetto.

Annunci

2 pensieri su “ODORE DI AMARENA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...